Come illuminare la pelle in quattro mosse prima di andare in vacanza- iO Donna

Come illuminare la pelle in quattro mosse prima di andare in vacanza- iO Donna

Agosto 8, 2022 Off Di Adminb


Illuminare la pelle prima di ogni partenza: una voce da mettere in agenda. Mancano pochi giorni alla partenza e la pelle, tra caldo umido e polveri sottili, è segnata dalla stanchezza. Per recuperare velocemente la luminosità bisogna essere metodiche e ingegnose.

Come illuminare la pelle: si parte con una detersione gentile

Una settimana di tempo o anche meno per cambiare aspetto vi pare poco? Tanti piccoli gesti tutti insieme fanno la differenza.

Viso luminoso anche in vacanza (@alessandraambrosio/Instagram).

Al mattino, partite con il piede giusto. «L’errore più frequente che si tende a fare, per l’ansia da risultato, è detergere in modo aggressivo. Al contrario ci vuole dolcezza.

Il primo gesto di pulizia potrebbe essere l’acqua micellare, aggiungendo la sera un gel due in uno che deterga ma faccia anche da scrub eliminando ogni traccia di trucco, pulviscolo e microrganismi. Da usare due/tre volte nell’arco dei sette giorni, di preferenza la sera», sottolinea Mercedes Odierna, training manager Sisley Italia.

Il cosmetico va scelto secondo le proprie necessità: purificante, in caso di pori dilatati e oleosità, nutriente se la cute è secca e disidratata, emolliente e delicato se è sensibile. A seguire ci vuole sempre una buona idratazione, l’imperativo anti stress.

Attenzione ai batteri che possono annidarsi, per esempio, negli asciugamani, nelle federe del cuscino, sullo schermo dello smartphone troppo spesso a contatto con il viso. La biancheria da bagno e da notte in questo periodo va cambiata ogni giorno.

Make up viso con strass e perle: per brillare la sera

Make up viso con strass e perle: per brillare la sera

Illuminare la pelle in modo naturale, con le spazzole esfolianti

Chi ben comincia è a metà del lavoro! Procuratevi da subito una spazzolina delicatamente esfoliante, elettrica o manuale, in setole naturali, da massaggiare con movimenti circolari per un paio di minuti, sciacquando e tamponando il viso. Da usare quando? Sempre, di preferenza, la sera, per rendere più efficace la pulizia o lo scrub e togliere i residui di maschera.

In alternativa il panno in mussola realizzato con fibre di alghe kelp, ricche di oligoelementi e vitamine, che rimineralizza l’epidermide, specie quella sensibile, lenisce, decongestiona e tonifica. Da passare sotto l’acqua dopo l’uso e lavare una volta la settimana con un detersivo delicato.

L’esfoliazione meccanica fa rinascere anche il corpo, tranne in caso di capillari o irritazioni. La sera, prima della doccia, una bella spazzolatura a secco stimola microcircolazione, ossigenazione e drenaggio delle scorie del sistema linfatico. Eliminando ogni particella di impurità.

Si parte dalle piante dei piedi per arrivare ai glutei, si passa poi alla schiena, alle braccia, alle mani e alle spalle. Tre minuti un paio di volte nel corso della settimana basteranno e la crema idratante sarà subito meravigliosamente assorbita.

L’esfoliazione chimica

Anche i cocktail di alfa idrossiacidi sono perfetti per levigare e schiarire. Il menu spazia tra evergreen come l’acido lattico o il salicilico, il ferulico o il glicolico, sempre molto efficaci e inseriti in formule booster di trattamento. Inoltre, utilizzati con regolarità, allenano l’epidermide ad autorigenerarsi.

«Le nuove lozioni esfolianti e anti imperfezioni, delicate e pensate per un utilizzo giornaliero, sono concentrate di attivi naturali e complessi lenitivi e biorivitalizzanti come aloe, glicerina o niacinamide e super idratanti come l’acido ialuronico. Riducono i pori, proteggono dallo stress ambientale, rimuovono le cellule morte e illuminano all’istante lasciando la carnagione più fresca», sottolinea Cecilia Garofano, founder di Teaology.

Per applicarle sul viso, dopo che l’avrete deterso, al posto del solito dischetto in cotone, imbibite una garza sterile usa e getta che come una calamita attira e scioglie la patina grigia anche esercitando un leggero scrub: una volta al giorno in caso di pelle spenta, due volte in presenza di impurità, evitando il contorno occhi.

Il tutto in un tempo record di 30 secondi. Ricordate che alcuni acidi possono aumentare la sensibilità al sole e vanno usati la sera. A seguire, ancora una volta, uno shot idratante e nutriente.

Illuminare la pelle con le maschere viso

Last but non least, la maschera detossinante da applicare a giorni alterni. «Il segreto per avere una pelle liberata in profondità passa spesso da ingredienti come carbone e argilla, rossa e bianca, dal formidabile potere assorbente, e attivi vegetali booster di ossigenazione e ricchi di polisaccardi, che ottimizzano il trasporto di ossigeno alle cellule, perfetti per tutti i tipi di pelle anche le più delicate e non solo in presenza di eccesso di sebo», chiude Odierna.

Le più nuove, da applicare in spesso strato sul viso ben deterso contengono anche perle di carbone, possono anche cambiare colore, diventando da bianche a grigie. Lasciate passare 3/4 minuti, sciacquate e preparatevi a risplendere.

iO Donna ©RIPRODUZIONE RISERVATA





Source link