Cura del pelo del Cane da pastore Kelpie: dalla toelettatura al bagnetto

Cura del pelo del Cane da pastore Kelpie: dalla toelettatura al bagnetto

Aprile 1, 2022 Off Di Adminb


Cura del pelo del Cane da pastore Kelpie: tutto quello che è utile sapere dalla toelettatura al bagnetto di questa razza australiana.

kelpie
(Foto AdobeStock)

Quando si decide di adottare una specifica razza, occorre informarsi non solo su cosa mangia ma anche in cosa consistono le cure per avere accanto un cane sano e pulito.

Tra le attività quotidiane da svolgere con il proprio cane, ci sono la toelettatura e l’igiene del corpo dell’animale.

Nell’articolo di oggi, vi andremo a suggerire, la cura del pelo del Cane da pastore Kelpie, attraverso la conoscenza della tipologia di mantello e tutte le informazioni utili alla cura del corpo.

La cura del pelo del Cane da pastore Kelpie: tipo di pelo

Il Cane da pastore Kelpie è un cane di taglia media che arriva a pesare circa 14-21 kg.

cane da pastore kelpie
(Foto AdobeStock)

Possiede una corporatura piuttosto robusta, ma ben proporzionata.

Nasce dall’incrocio di due cani, ovvero il Border Collie e il Dingo australiano. La sua pelle è ricoperta da un pelo corto, dritto e resistente ad ogni condizione climatica.

Sulla testa e sugli arti il pelo è più corto, rispetto al pelo presente sul collo e sul retro delle cosce. Mentre il sottopelo risulta corto e fitto.

Il mantello del Cane da pastore Kelpie può essere nelle varianti: nero, cioccolato, rosso, blu, fawn, red&tan e black&tan.

La spazzolatura e le spazzole adatte

Il Cane da pastore Kelpie essendo dotato di pelo corto, necessita di massimo una spazzolata a settimana.  

Tranne che durante il periodo di muta del cane, quando l’animale presenta una grande perdita di pelo morto che tende a depositarsi sulla sua pelle e sul pavimento della vostra casa.

Per spazzolare il vostro Cane da pastore Kelpie:

  • guanto con piastra in gomma, che lo accarezza dolcemente e porta via i peli morti;
  • spazzola morbida per lucidare.
  • pettine: serve a dare un aspetto liscio e lucido al pelo del cane.

Il pelo del cane non è solo soggetto a muta ma potrebbe anche apparire opaco o poco lucido.

Se osservate questa condizione nel mantello del vostro cane da pastore Kelpie, la causa potrebbe essere dovuta a carenze vitaminiche o di minerali.

In questo caso il vostro veterinario saprà cosa fare, molto probabilmente prescriverà integratori specifici da somministrare al vostro amico a quattro zampe.

Potrebbe interessarti anche: Cane da pastore australiano kelpie: razza, caratteristiche, carattere e salute

Il bagnetto del Cane da pastore Kelpie

La sola toelettatura del pelo, non basta per avere sempre un cane pulito e sano.

kelpie
(Foto AdobeStock)

La pulizia del corpo del cane non va trascurata, in quanto aiuta ad evitare probabili infezioni.

La pulizia del vostro Cane da pastore Kelpie, deve essere quotidiana e deve riguardare parti specifiche del corpo del cane, ovvero: occhi, orecchie, bocca e taglio delle unghie.

Grazie all’aiuto di un pezzetto di garza sterile o un dischetto di cotone (quelli per struccarsi) inumiditi con un po’ di acqua ossigenata, sarà possibili mantenere puliti gli occhi e i padiglioni auricolari del vostro cane.

Mentre con l’aiuto di uno spazzolino e un dentifricio per cani, sarà possibile tenere sotto controllo le principali malattie della bocca del cane.

Per il taglio delle unghie del cane, è sempre bene rivolgersi ad un professionista.

Occuparsi delle unghie del cane non è una cosa semplice, l’animale potrebbe agitarsi e potreste involontariamente ferirlo.

Infine è necessario prestare un’attenzione particolare alle zampe e ai cuscinetti plantari, dal momento che durante l’attività, questo cane percorre decine di chilometri al giorno.

Potrebbe interessarti anche:Malattie del Cane da pastore Kelpie: patologie più frequenti nei cani

In merito al bagnetto, in generale, il Cane da pastore Kelpie essendo un cane che vive per la maggior parte del tempo all’esterno, è opportuno lavarlo quando si ritiene necessario.

Considerate almeno una volta ogni 30/45 giorni se non ci sono problemi particolari e non si sporca in modo eccessivo, con uno shampoo specifico per cani che possa essere delicato sulla pelle, in modo tale da non irritarla.

Cercate di abituare il cane fin da cucciolo, questo permetterà all’animale di entrare in una routine che gli permetterà di non avere paura.

Inoltre, premiate il vostro amico a quattro zampe ad ogni suo comportamento buono, in questo modo tollererà di più il momento del bagnetto.



Source link