Il sindaco: “Comune incolpevole dei ritardi per riaprire la palestra”

Il sindaco: “Comune incolpevole dei ritardi per riaprire la palestra”

Luglio 30, 2022 Off Di Adminb


Palestra Lierna
*

Il primo cittadino risponde alle critiche mosse illustrando i lavori svolti finora

A far slittare la riapertura della palestra, chiusa a settembre 2020, la pandemia e il caro materiali. La struttura tornerà agibile la prima settimana di settembre

LIERNA – Durante il Consiglio comunale di martedì, il sindaco di Lierna Silvano Stefanoni ha voluto soffermarsi sui lavori attualmente in corso presso la palestra della Polisportiva in via Parodi, funzionali a renderla nuovamente agibile a partire dalla prima settimana di settembre.

A seguito di un incidente che ha visto l’8 settembre 2020 il coinvolgimento di un bambino durante un summer camp, la palestra è rimasta chiusa fino a questo momento, prima per effettuare gli accertamenti necessari a comprendere le dinamiche dell’accaduto, poi per compiere alcuni interventi essenziali a rendere la struttura in linea con le normative vigenti.

L’avvento del Covid però ha provocato ritardi nell’andamento dei lavori, così come il recente caro dei materiali e la conseguente difficoltà nel reperirli. Rallentamenti non imputabili all’Amministrazione, come ci tiene a sottolineare il primo cittadino, che anzi ha fatto di tutto per far quadrare i conti e rendere possibili le opere di ristrutturazione. Per dimostrare che il Comune si sta muovendo, Stefanoni ha voluto elencare in sede di consiglio quanto è stato fatto e si sta facendo con il seguente comunicato:

“Buonasera a tutti,

con questo mio intervento vorrei esporvi e illustrare le operazioni che sono state eseguite necessariamente sulla nostra palestra al fine di dipanare ogni dubbio o perplessità in merito alle tempistiche e procedure per la sua riapertura.

Il Certificato di Prevenzione Incendi è un attestato che certifica il rispetto della normativa di prevenzione incendi, normativa assai corposa che comprende decreti legislativi, leggi e regolamenti che vi invito a conoscere.

Non è questa la sede e l’occasione per puntare il dito contro qualcuno o qualcosa per la situazione che abbiamo conosciuto, quando è purtroppo successo un incidente ad un nostro giovane concittadino.

E non gioverebbe al clima di collaborazione e onestà che, seppur con idee diverse, ci deve essere fra gruppi politici diversi all’interno di un’Amministrazione che ha come solo obiettivo comune e condiviso il bene della nostra Lierna.

Detto questo, è solo dal momento della verifica, da parte del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco, verifiche tendenti all’ottenimento del CPI, che sono emerse criticità sulla struttura che hanno avuto come conseguenza l’inevitabile chiusura della palestra stessa.

Ad esempio:

  • Le strutture portanti, le capriate e i piloni, non avevano il certificato di resistenza al fuoco;
  • Il camino del diametro di 40 cm. Con il filtro a prova di fumo, indicato in progetto, non è stato realizzato;
  • L’impianto di allarme acustico in caso di incendio non era presente E molto altro.

A seguito di ciò, la chiusura della palestra è stata una decisione necessaria e dolorosa per questa amministrazione, che ha avuto da quel momento la ferma intenzione e la volontà che la sua riapertura in sicurezza fosse la priorità assoluta.

In contemporanea alla chiusura, abbiamo inoltre pensato e deciso di effettuare interventi di manutenzione straordinaria ai locali igienici e docce e rifacimento dell’illuminazione a led per un risparmio energetico.

Eccovi quindi l’elenco delle lavorazioni messe in atto in questo periodo di chiusura:

  • Affidamento per l’ottenimento dei Certificati di Prevenzione Incendi relativi alla palestra come da progetto approvato nel 2000, per un costo di 4831 euro;
  • Incarico per le verifiche ai sensi del DpR 462 01 degli impianti elettrici di messa a terra in bassa/media/alta tensione. Importo di 1342 euro;
  • Manutenzione ordinaria maniglione antipanico e porte tagliafuoco (a norma Uni  11473 1) e uni en 1125. Importo 123 euro;
  • Manutenzione straordinaria dei maniglioni antipanico e delle porte taglia fuoco a norma uni  11473  1 e uni en  1125. Importo di 4334 euro;
  • Verifica dello stato di fatto degli impianti elettrici relativi agli immobili di proprietà comunale. Importo 1995 euro;
  • Stesura della documentazione tecnica al fine di classificare la resistenza REI delle strutture posizionate presso la palestra attigua alla scuola pubblica in conformità con il DPR 151  2011. Importo 6090 euro;
  • Predisposizione del Piano di Gestione delle Emergenze per l’utilizzo della palestra con redazione delle piantine di evacuazione. Importo 1342 euro;
  • Fornitura e posa di montascale piattaforma portata 250Kg per la palestra comunale. Importo 13.850 euro;
  • Opere di riqualificazione antincendio palestra comunale. Importo 28.819 euro;
  • Incarico professionale per la verifica tecnica/normativa dell’impianto antincendio della palestra comunale. Importo 3586 euro;
  • Incarico professionale per la stesura del progetto definitivo dell’implementazione impianto antincendio con inserimento nuovo r m o   più naspo DN2. Importo 4867 euro;
  • Progettazione impianto EVAC. Importo 1367 euro;
  • Rifacimento pavimentazione in gomma dei gradini, della balconata e dei ripiani scala. Importo 11.411,88 euro;
  • Adeguamento impianto antincendio. Importo 17.900 euro;
  • Installazione impianto EVAC. Importo 5000 euro;
  • Rifacimento servizi igienici e spogliatoi. Importo 55.957,33 euro;
  • Rifacimento illuminazione a led. Importo 18.936,50 euro;

E così arriviamo ad un importo totale di 181.753,35 €.

Da ciò si evince, che è stata un’operazione molto impegnativa e che ha richiesto la coordinazione di tanti tecnici con diverse professionalità e gli interventi di varie ditte specializzate.

Un sincero grazie va sicuramente a tutti gli uffici comunali e in particolare all’ufficio tecnico comunale e al suo responsabile geometra Maurizio Rasica, che ha gestito l’organizzazione dell’operazione, sicuramente non semplice anche perché iniziata in periodo Covid 19 con le aziende ferme e con una ripresa lenta e difficile.

Altro grande grazie va al Presidente Davide Beretta e a tutta la polisportiva, per aver capito la serietà e le difficoltà dell’intervento e per aver dimostrato più volte comprensione e collaborazione, soprattutto nella persona del loro vice presidente, geometra Carlo Venini, che  non ha esitato a mettere a disposizione la sua professionalità, il suo tempo libero e non solo in tutte le fasi dell’operazione.

Non possiamo dimenticare di ringraziare la Dirigente scolastica Dott.Ssa Lorenza Martocchi, il corpo docente e le famiglie dei nostri ragazzi per la comprensione e la pazienza.

Detto tutto ciò, la palestra verrà riaperta la prima settimana di settembre dopo questo lungo lavoro, per mettere a norma tutto ciò che dalla nascita di questa struttura nessuno ha mai avuto il coraggio di sistemare.

Questa amministrazione si è rilevata, come in altre occasioni, attenta al bene comune, propositiva per opere e iniziative da mettere in atto e coraggiosa per le scelte e priorità decise.

I cittadini di Lierna, le società sportive, la scuola e tutti noi presenti, da settembre potremo godere in sicurezza del nostro palazzetto dello sport”.

Silvano Stefanoni, sindaco di Lierna



Source link