Pelle adolescenti: la giusta beauty routine anti-brufoli

Pelle adolescenti: la giusta beauty routine anti-brufoli

Aprile 12, 2022 Off Di Adminb


Per gli adolescenti, piccoli e grandi problemi dermatologici sono all’ordine del giorno: l’ispessimento della pelle dovuta alla crescita, l’abbondanza di produzione sebacea legata au cambiamento ormonali, spesso causano pelle impura, soggetta a punti neri, brufoli, imperfezioni, se non acne. 

Per questo saper consigliare una skincare quotidiana corretta ai propri figli è fondamentale. «Il giusto detergente, il successivo tonico con all’interno acido salicilico e una crema idratante (ma non comedogena) sono tra gli step fondamentali» spiega Daniela Orlando, medico estetico a Milano e Bergamo e consulente del laboratorio HMAP di Giuliani.

Pelle e adolescenti, come cambia l’epidermide nella pubertà

«I classici brufoli che caratterizzano tendenzialmente l’adolescenza sono dovuti a differenti fattori: il primo è il naturale ispessimento dello strato corneo, il più esterno. Questo fattore causa un aumento della produzione di sebo, il lubrificante epidermico, in quanto le ghiandole che lo producono sono particolarmente sollecitate dagli ormoni» spiega l’esperta.

Maddie Ziegler

Instagram/@maddiziegler

Di conseguenza si verifica in alcuni casi un disequilibrio nella composizione sebacea: «in particolare, gli acidi grassi aumentano e sono i responsabili della tendenza acneica» spiega la dottoressa Daniela Orlando.

La diretta conseguenza è quindi «l’ostruzione del follicolo, ovvero il poro si chiude permettendo la proliferazione dei batteri causata dal P.acnes, un batterio che, come dice il nome, porta a un aumento dell’infiammazione e alla comparsa di lesioni ovvero dei brufoli tipici dell’età».

Skincare da teenager: la giusta routine di bellezza

Ciò che è fondamentale ricordare è che durante l’adolescenza la pelle ha bisogno di una particolare skincare quotidiana che aiuti a “tenere a bada” la situazione.

Acne in estate: cos’è, perché succede e le regole da seguire

Acne in estate: cos’è, perché succede e le regole da seguire

Detersione, tonico, crema sono i tre step fondamentali che gli adolescenti dovrebbero iniziare ad adottare. A questi si aggiungono mix di principi attivi che rinforzano la detersione e terapie topiche.

1. Detergenti, i più adatti per le pelli giovani

Per la pelle adolescenziale la detersione è tutto. Per questo occorre un prodotto con caratteristiche ben precise.

«Dev’essere prima di tutto in gel, a base di AHA, gli Afa-Idrossiacidi e con microparticelle esfolianti. Agendo sia meccanicamente che chimicamente, deterge in profondità assottigliando così lo strato corneo» spiega la dottoressa.

In alternativa, continua l’esperta, «si possono scegliere anche detergenti viso ricchi di minerali, frazioni di probiotici e acido salicilico che agiscono assottigliando la pelle e riducendo la produzione di sebo senza però aggredire».

2. Tonico, con acido salicilico e benzoil perossido

A detersione conclusa, si devono applicare prodotti topici che agiscono in maniera specifica.

«I più adatti per la pelle degli adolescenti sono quelli con acido salicilico: si tratta di un beta-idrossiacido con spiccata lipofilia in grado di agire in maniera efficace e veloce. La sua azione sebolitica, batteriostatica e cheratolitica causa la riduzione dei comedoni e una progressiva normalizzazione del drenaggio del sebo».

In caso di acne resistente, è molto adatto anche il Benzoil perossido: «si tratta di un agente battericida, dotato di attività antimicrobica verso numerosi batteri, specialmente il P. acnes. Inoltre impedisce la formazione dei comedoni e riduce il numero e le dimensioni delle cellule cheratinizzate».

3. Crema viso idratante e anti brufoli

Anche l’ultimo step, quello della crema idratante, deve essere un aiuto per non far proliferare di acne e brufoli. Per questo le formule devono essere non comedogeniche e devono contenere nicotinamide, vitamina E, zinco e rame.

Il loro compito è quello di stabilizzare la funzione della barriera epidermica, preservandone l’idratazione. Fondamentale anche nel caso della pelle più giovane è incrementare i livelli di ceramidi e di acidi grassi liberi, in più, queste creme dovrebbero avere proprietà antiossidanti, antinfiammatori e immunomodulanti.

Principi attivi anti-brufoli

Non solo beauty routine quotidiana per risolvere la pelle degli adolescenti, in alcuni casi, infatti, occorrono strategie ancora più specifiche. Per esempio associando principi attivi che aiutano a combattere la proliferazione dei brufoli.

«Si possono unire agenti batterici, come il Benzoil perossido insieme ai retinoidi che agiscono sulla pelle migliorandosi vicendevolmente. In particolare, i retinoidi sono composti chimici sintetici e non correlati alla vitamina A. Adatti per la cura dell’acne sono la Tretinoina e l’Adapalene che riducono la componente infiammatoria, hanno un’azione comedolitica e sono in grado di prevenire la comparsa delle cicatrici post-acneiche».

Integratori sistemici

La skincare quotidiana può essere aiutata anche da integratori sistemici a base di specifici probiotici, in particolare Bifidobacterium breve, Lactobacillus breve e Lactobacillus salivarius. Tutti e tre agiscono in sinergia con la routine prescritta e svolgono azione inibitoria verso il P. acnes diminuendo così la produzione di sebo», conclude la dottoressa Orlando.

iO Donna ©RIPRODUZIONE RISERVATA





Source link