Perdita di volume del viso: che cos’è e come la si può contrastare in modo naturale

Perdita di volume del viso: che cos’è e come la si può contrastare in modo naturale

Dicembre 30, 2021 Off Di Adminb


Cosa si intende per perdita di volume del viso, perché avviene e come fare per prevenire e contrastare gli effetti dell’invecchiamento cutaneo? Ecco tutte le risposte che state cercando

Col passare del tempo, in modo del tutto naturale, la pelle del nostro corpo tende a perdere tonicità ed elasticità. Fattori tipici dell’invecchiamento cutaneo e che, oltre a un assottigliamento progressivo dell’epidermide e alla maggior predisposizione alla comparsa di rughe, porta con sé anche una perdita di volume del viso.

Come se si svuotasse, diminuendo il suo tono naturale, la sua compattezza e la capacità delle cellule che lo compongono di rinnovarsi. E questo accade sia a livello superficiale, nello strato più esterno dell’epidermide, sia a livello profondo, là dove si trovano le ghiandole sudoripare, le terminazioni nervose e i bulbi piliferi. Insomma, un processo di invecchiamento che investe la nostra pelle a 360°. Ma perché avviene e come fare per contrastarlo in modo naturale?

Perché avviene la perdita di volume del viso

Per prima cosa è bene specificare cosa si intende per perdita di volume del viso, ovvero la diminuzione del tono cutaneo e della sua elasticità, l’assottigliamento della pelle e la riduzione del suo livello naturale di idratazione e di tessuto adiposo. E, ovviamente, la conseguente comparsa delle rughe.

Il tutto a causa del progressivo invecchiamento dell’epidermide, un fattore fisiologico del nostro corpo che inizia già a partire intorno ai 25 anni di età (mostrandosi effettivamente verso i 40), con un rallentamento delle diverse funzioni svolte dalle cellule cutanee.

Cosa avviene sul viso

In particolare, la perdita di volume del viso avviene a causa di vere e proprie modifiche strutturali che avvengono nel volto tra cui:

  • la perdita di volume del tessuto osseo, un processo che inizia intorno ai 35 anni andando a colpire la quantità di tessuto osseo sviluppato dal corpo:
  • diminuzione dello spessore intradermico a causa di una perdita delle proteine del derma, tra cui collagene ed elastina;
  • atrofia muscolare, ovvero la riduzione del tessuto muscolare che deriva dal poco movimento della parte.

Altre cause

Oltre poi a tutta una serie di altre cause specifiche che è bene conoscere. Il primo elemento che determina questo processo fisiologico del corpo, infatti, è senza dubbio la genetica. Ebbene sì. L’eredità di mamma e papà comprende anche la tempistica entro la quale inizieremo a invecchiare e il come questo accadrà. Ma non solo.

Alla base del processo e a renderlo più o meno veloce, ci sono anche i diversi fattori climatici e ambientali, tra cui l’esposizione al sole o lo smog, e lo stile di vita per esempio seguendo una scorretta cura della pelle, un’alimentazione poco curata, un eccesso di fumo e/o di stress. Elementi ai quali il corpo e la pelle sono sottoposti e che ne velocizzano l’invecchiamento.

Come contrastare la perdita di volume del viso

Ma attenzione. Non tutto è perduto o destinato a presentarsi allo stesso modo. E, soprattutto, nulla è irrimediabile. Esistono, infatti, dei modi per contrastare questo fisiologico invecchiamento della cute, ritardandone gli effetti e garantendo alla pelle del corpo e del viso tutto il benessere di cui necessita per molto più tempo di quanto si possa pensare. E tutto con gesti semplici e naturali.

Curare l’alimentazione

Il primo modo per prendersi cura della propria pelle ed evitare la perdita di volume del viso è prestare attenzione all’alimentazione. Come? Inserendo nel proprio menù tutti i nutrienti necessari al buon funzionamento del corpo, assicurandosi di avere la giusta dose di proteine, meglio se derivanti da carni magre e bianche o, per chi segue un regime alimentare di tipo vegetariano, dai legumi, la quinoa o i semi. Oltre alla frutta secca, utilissima per sviluppare una buona muscolatura.

Importanti, poi, sono anche gli alimenti naturalmente anti age con proprietà antiossidanti come i kiwi, le fragole, i pomodori o gli agrumi. Ma anche la papaia, l’uva, l’olio extra vergine di oliva, il tè verde e il pesce azzurro, ricco di omega 3 e 6. E ovviamente l’idratazione, che non deve mai essere inferiore a due litri di acqua al giorno.

Seguire una skin routine accurata

Un altro modo per prevenire la perdita di volume del viso e in generale l’invecchiamento della cute, poi, è quello di dedicargli la massima cura con una buona skin routine che preveda:

  • una corretta e mirata detersione a seconda della propria tipologia di pelle;
  • l’utilizzo di tonici e/o sieri tonificanti specifici;
  • un’idratazione ad hoc con creme giorno e notte e oli nutritivi, idratanti, protettivi e ristrutturanti (e ovviamente naturali);
  • l’applicazione regolare di maschere per il viso, per pulire e donare massimo vigore alla pelle in pochissime mosse di bellezza.

Infine, per ridurre e ostacolare la perdita di volume del viso, è possibile anche intervenire muovendo la cute e la muscolatura sottostante, eseguendo dei massaggi sul volto. Stimolando l’epidermide e l’attività cellulare sottostante.

Piccoli accorgimenti di bellezza a benessere naturali, da eseguire come una prassi della vostra routine quotidiana e che sapranno garantire al vostro viso un aspetto sano, luminoso e pieno di volume e tonicità. Oggi e sempre.



Source link